Progetto con il "CENTRO PECCI"
BASTELN AUF DEUTSCH 

Imparare una nuova lingua straniera non può significare studiare "solo con i libri”! L’utilizzo della lingua va legato ad attività in cui i ragazzi possono applicare la lingua e – come si dice in questi casi - “metterci del loro”. Il lavoro manuale - combinato con la possibilità di esprimere le proprie idee e sensazioni - rappresenta un elemento interessante per attivare gli studenti.

Nella seconda classe delle scuole medie il livello di tedesco raggiunto consente ai ragazzi di esprime sensazioni e lavorare su una terminologia per descrivere oggetti, forme, colori.
Per stimolare la creatività dei ragazzi andiamo a visitare il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato. Qui recepiscono idee ed anche tecniche di realizzazione di oggetti artistici contemporanei.

Il concetto base di “Basteln auf Deutsch” è che i ragazzi facciano dei piccoli lavori manuali con materiali semplici, descrivano cosa fanno e valutino il risultato - tutto in lingua tedesca; pertanto devono costruire frasi ed utilizzare un vocabolario di termini quotidiani.

Dopo una visita guidata del Centro Pecci, presentiamo ai ragazzi una serie di opere che rappresentano una base per i loro lavori; stimolati da essi, creano piccoli oggetti semplici; la presentazione finale si svolge - ove possibile -  in lingua tedesca.

Proponiamo questo progetto agli studenti delle scuole medie - seconda e terza classe.

La prima esperienza si è svolta con una seconda classe di una scuola media nella primavera del 2017 ed è stata molto positiva, pertanto lavoriamo per sviluppare ulteriormente questo progetto.

Per l'anno scolastico 2019/20 avevamo previsto un progetto relativo alla Mostra "Missing Planet" che per motivi del Covid19 non è stato realizzato. Rimaniamo in attesa del programma di mostre da parte del Centro Pecci per il 2021 per ripartire nel momento opportuno con il “Basteln auf Deutsch”.

Per ulteriori dettagli vi preghiamo di contattarci al
327 9995471 oppure via mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.